<< Back
ARCHEOSUB A BOLSENA - 29 SETTEMBRE 2013 - PERCORSO NATURALISTICO ARCHEOLOGICO DI P.TA ZINGARA ISOLA BISENTINA
Autore Shark
Giovedi - Agosto 29, 2013 22:24
ARCHEOSUB A BOLSENA - 29 SETTEMBRE 2013 - PERCORSO NATURALISTICO ARCHEOLOGICO DI P.TA ZINGARA ISOLA BISENTINA
DESCRIZIONE DEL PERCORSO 

A circa 250 m dalla costa dell’Isola Bisentina, al largo di Punta Zingara, è situata una boa arancione che indica l’inizio/fine sulla superficie dell’itinerario subacqueo dove sarà possibile visitare, in sei diversi punti di sosta, reperti archeologici dislocati sul fondale lacustre nell’originario luogo di rinvenimento. Scendendo dalla boa e seguendo la cima bianca si giunge all’ormeggio posto sul fondale roccioso a circa 11 m che segna l’inizio del percorso di visita subacqueo. Qui si trova un grande pannello con il disegno dell’intero percorso di visita corredato da legenda e da indicazioni geografiche. Tutto il percorso è delimitato da picchetti collegati tra loro da una sagola bianca e frecce di direzione posizionate sulla sagola stessa riconoscibili al tatto, da utilizzarsi in caso di scarsa visibilità o di estremo disorientamento. Sono state previste anche due vie d’uscita, segnate da una sagola gialla, per eventuali riduzioni della visita subacquea.

Percorso Archeologico Subacqueo
Vicino ai reperti archeologici dell’itinerario, che si snoda in diversi punti con profondità oscillanti dai 10 m ai 19 m circa, sono presenti cartelli esplicativi con la descrizione dei materiali e l’indicazione della direzione da seguire per continuare la visita. Tutto il percorso ha una lunghezza complessiva di circa 280 m.
Partendo dal punto di ormeggio, seguendo la grande freccia che indica la direzione e l’inizio del percorso, sarà possibile vedere ancore litiche, appena sbozzate nelle forme, utilizzate per l’ancoraggio e pesi da rete per la pesca (8-9). Successivamente si incontra vasellame da mensa, in terracotta, risalenti all’epoca medievale (11-12). Poco oltre è visibile parte di un piccolo sarcofago in pietra utilizzato per le sepolture ad inumazione (14). Una macina in pietra con foro centrale, relativa ad un sistema da pesca di epoca medievale (16), ed un frammento di un grande contenitore a forma globulare, dolium (20), utilizzato dai Romani per contenere sostanze liquide, olio e vino, e sostanze secche come legumi e grano. 

Relitto di Punta Zingara Tali reperti caratterizzano il percorso giunto qui alla metà esatta. Inizia quindi il tratto naturalistico dell’itinerario, lungo il quale sarà possibile vedere il Luccio (Esox Lucius), il Persico Reale (Perca Fluviatis), il Persico Trota (Black Bass), localmente conosciuto come “bboccalòne”, e la tipica vegetazione lacustre di Carice (Carex Oederi), localmente detta “ggiòjjo d’acqua o ggiojjarina”. Prima di giungere alla parte finale del percorso si incontrano altre ancore litiche (30-31).
Infine si arriva all’area del relitto delle Tegole o di Punta Zingara visibile con tutto il suo carico composto da tegole, coppi e conci, che si presentano ancora impilati, come al momento dello stivaggio. Terminata la visita al relitto si torna al punto di ormeggio per la risalita verso la boa di inizio/fine percorso in superficie.

ARCHEOLOGIA SUBACQUEA

COME PRENOTARE

La modalità di prenotazione è molto semplice e veloce basta compilare in ogni sua parte il MODULO DI PRENOTAZIONE ed inviarlo all’indirizzo di posta elettronica riportati nel paragrafo riferimenti del modulo stesso, con la richiesta di informazioni che più si ritengono utili. Sarete poi ricontattati via Email o per Sms per  la successiva conferma dell’avvenuta prenotazione.


IMPORTANTE!!! 
all’atto della prenotazione dovrà essere versato un importo pari al 50% della somma totale. I partecipanti dovranno essere muniti di attrezzatura propria per l'immersione, compresi bombola e zavorra. 


 

Download  MODULO DI PRENOTAZIONE
Download BROCHURE
Download LOCANDINA

      Download PIANTA PERCORSO
 


 


Non ci sono commenti pubblicati...
Lascia un tuo commento
* Nome
* Email (non sarĂ  pubblicata)
*
* Inserisci il codice di verifica
Ti preghiamo di digitare la capitale d'Italia qui sotto per dimostrare che non sei uno spambot?
*
* - Campi Richiesti